Rubriche

Rate this item
(4 votes)
Giancarlo Moretto, Janka è stato sin dai tempi della nascita del CIN uno dei piloti più attivi e un vero e proprio punto di riferimento per la nascita del movimento. Non è mai facile salutare nella maniera migliore chi ci lascia, soprattutto chi lascia attorno a se e nel suo percorso una cosi grande quantità di ricordi e momenti. La sua impronta decisa e il suo carattere hanno reso la community quella in cui stiamo vivendo oggi e il suo stile, inconfondibile, ha plasmato gran parte dei top driver del campionato sia come pilota prima che come sviluppatore di set e team manager nel corso degli ultimi anni. In tutti questi anni, attraverso i ricordi della community intera, la sua figura risulta così tanto radicata nel CIN da permettere anche a chi è arrivato in pista solo negli ultimi anni, di conoscere Janka da sempre. Basta un commosso ricordo, un simpatico aneddoto, un messaggio su discord per farci comprendere e capire che la macchina numero 99 è stata la compagna in pista di tutto il CIN e che in qualche modo quella macchina continuerà a correre con noi anche adesso. Un po' come nei primi momenti delle giornate di test fino a qualche tempo fa: pista semivuota, ore 21.25 con qualche novello a sgommare a destra e sinistra, qualche big a provare la qualifica e la 99 impegnata in qualche prova segreta. Qualche giro, bei tempi, poi eccola li sempre in classifica anche se il test era finito ed in laboratorio si studiavano i dati anche per la garetta su iracing, anche per la sessione estiva di qualche test. In un momento devastante esserci, anche se solo su un server e davanti ad una tastiera, ci permette di condividere un istante infinito tutti insieme, come con la 99 là in giro e magari, se si era fortunati si poteva anche fare qualche giro insieme. Janka era un manico, uno dei fondatori del simracing in Italia e se siamo arrivati qui per merito di Janka, tutti. Se in pista la sfida e la voglia di gareggiare ci spinge a dedicare tanto tempo ad un simulatore è perché questa passione in qualche modo ha superato i semplici calcoli e ha pervaso il campionato e le periferiche di tutta Italia con più nobile delle emozioni in carne ed ossa: il rispetto. Cazzo, c’è Janka in pista. Lo sappiamo tutti che il rispetto al CIN è una emozione, un messaggio che arriva fortissimo da amici, compagni di team (tantissimi), novizi, avversari, spettatori e da chi in un solo singolo messaggio in una notte di pandemia di qualche anno ha solo dopo con chi stava parlando: “Qualche consiglio per chi ha appena iniziato?”.“ Si, la gara non si vince alla prima curva e per arrivare primi bisogna prima arrivare ”. Ciao Janka, il CIN si stringe addolorato insieme alla tua famiglia. Faremo tesoro delle tue parole, sicuri che in giro, in una delle nostre tante serate insieme o da soli da qualche parte o in qualche momento anche solo per un secondo la macchina 99 ci darà qualche dritta ma anche qualche toccata se non stiamo andando come dio comanda con un set del genere.
Read 217 times