Displaying items by tag: campionato italiano nascar

Monday, 31 January 2022 23:53

Pocono è di Cedrati!

La CarMan Simulatori - Simracing e corsi pilotaggio Pocono Raceway è di Cedrati dopo una corsa infinita e dai mille volti. Ancora polemiche e giuria al lavoro per gli incidenti di Miccolis e Fabbri che escono presto di scena in una marea di gialle. Gara difficile da interpretare, ci sono pochi punti di riferimento dopo il nuovo Pack e la corsa è difficile per tutti. Cedrati la interpreta meglio, forse anche come setup con il fido scudiero Intrieri che arriva secondo davanti ad un ottimo Landini al suo primo podio in carriera. Nei primi 40 giri succede di tutto, fuori gran parte degli ABS e lunghe gialle che non permettono al gruppo di assettarsi e che ad ogni green causano incidenti e dissapori, poi come al solito un lungo momento di green con il colpi di scena che arrivano tutti alla fine quando, a meno 9 dalla fine il buon Paparelli ultimo highlander rimasto con una sola sosta controlla l'indicatore e decide di rientrare. Si pensa che si possa chiudere in volata una Pocono con quasi 50 giri di verde ma succede di tutto proprio mentre la 29 cerca disperatamente di rientrare. Diversi episodi, tutti da moviola, unico dato certo è che fioccano le gialle tanto che si arriverà addirittura due Green White Checkered. Nel primo Acquaviva finisce la gara contro i muri assieme a Fioravanti e altri protagonisti. Nel secondo Cedrati è bravo a gestire e scortato da Intrieri chiude al meglio la gara con l'altro Hot Pistons Bortolotti che chiude 4. Ora pausa ma tutti sintonizzati sulle pagina delle penalità per vedere cosa deciderà la giuria della dura gara odierna!

Published in Ultime News
Monday, 31 January 2022 14:30

Carman Pocono 200

 
Una gara che si annuncia da non perdere. Il nuovo aero pack di Iracing ha sconvolto i steup dei concorrenti, campioni compresi. Manca poco e ne vedremo delle belle.
Ad un pilota del CIN - Campionato Italiano Nascar non serve molto per vivere la sua gara. Basta poco no? una buona connessione, un cockpit adatto alle proprie esigenze, uno schermo o un visore con la risoluzione giusta e un canale audio per connettersi al CIRCUS. No un pilota CIN non chiede tanto, anzi ci mette parecchio del suo. Ah ecco, manca il software, dato sempre per scontato, pagato a peso d’oro e che qualche volta la gara la fa diventare più difficile di quella che è.
Ma siamo CINNERS suvvia. Siamo a Pocono Raceway in Pennsylvania nel mitico tricky triangle. Siamo in un Super speedway ma completamente diverso dagli altri e vedremo perché questa pista ci ha riservato una bella sorpresa. Prima di tutto le curve sono tre, e secondo le curve sono tutte diverse, ispirate ad altri ovali che si chiudono su di loro per formare un mitico triangolo. La Curva 1 (inclinazione trasversale di 14°) è presa dal vecchio e ora in rovina Trenton Speedway, la Curva 2 è identica alle 4 curve dell'Indianapolis Motor Speedway, mentre la Curva 3 deriva dal magic mile del Milwaukee speedway.
La pista è molto larga, permette di correre appaiati su due e anche tre file e, fino al Cecconi dello scorso lunedì e vinto da un ottimo Ugolotti, sembrava una pista apparentemente di gestione. Quasi due curve su tre da fare in pieno, un punto di staccata in curva 1 da definire e tanta, tanta velocità in scia.
Basta Poco no? No
Iracing ha deciso di boicottare i CINNERS proprio nella settimana di Pocono rilasciando un pack dedicato proprio alle nostre amiche Next Gen in piena stagione e ce lo spiega il Commissioner Fabbri
“E’ stato tolto il pack ad alto carico e 500hp di motore con quello a basso carico e 700hp. In partica la macchina è tutta diversa da guidare, basta trenini di scia tutti insieme, ora si guida come 3 anni fa ma il vero problema sono i Setup che si azzerano completamente”. Niente male quindi, Pocono diventa lo spartiacque tra Super Speedway e Speedway ma anche uno scoglio impensabile per chi sta preparando alla gara da settimane.
E vi sembra poco? No.
Non ci saranno favoriti, testimoni giurano di avere visto big spinnare manco fossimo sulle strade ghiacciate della Siberia in discesa. Altri testimoni raccontano di crisi di panico da scongiurare nel weekend ma quello che conta è esserci e provare davvero a guidarla questa Next Gen. In fondo come si dice da queste parti se uno alla fine vuole la bicicletta è anche giusto che pedali un po', e di certo girare con le Next Gen nasconde una insidia che non può fare altro che migliorare le skill di ciascun pilota in gara. Niente pronostici allora, chi arriverà alla fine vedrà di cosa è capace.
Mica male no?
Powered by
Published in Ultime News
Tuesday, 25 January 2022 14:30

CIN CIN Post Chicago St 125

Stasera torna il Trofeo Dario Cecconi con la gara di Pocono Raceway prossimo evento del CIN supportato da CarMan Simulatori - Simracing e corsi pilotaggio. Ma prima torna la nostra rubrica CIN CIN condotta dal mitico Maurizio Cairoli che va a chiudere la SRP Chicago St 125.
Buona visione a tutti!
 
Published in Ultime News
Friday, 21 January 2022 17:53

Interviste post gara Chicago Street

Per finire l'evento SRP Chicago Street 125, risentiamo le interviste dei primi tre.
Published in Ultime News
Monday, 17 January 2022 23:56

Chicago è di Cedrati!

Il numero 7 Hot Pistons si impone nella prima gara del CIN su circuito cittadino la Sim Racing - PRO Chicago St 125 . 58 giri di pura pena, fatica, paralisi a gambe e braccia e tantissimi colpi di scena. Al giro 1 Cedrati tocca Miccolis in frenata dopo che il campione in carica ha conquistato la pole e succede il finimondo. Tocca duro Miccolis va a muro, Cedrati perde il cofano ma rimane in gara e Fabbri si gira. Mora autore di una splendida qualifica si dimostra animale da circuito e passa in testa seguito dal sopravvissuto Cedrati e da Bortolotti con Fabbri alla ricerca della furiosa rimonta. I colpi di scena continuano con eliminazioni di lusso e gite di piacere sui muri mentre i giri non finiscono mai. A metà gara girano voci di attacchi mistici ai piloti con visioni celestiali di nuovi overlay vietati ai minori. I giri sono tantissimi, i tempi si alzano e Fabbri recupera cosi come Cedrati che passa Mora e si mette in testa senza mezza macchina, il gruppo si sfilaccia, Ugolotti ultima vittima illustre lascia la gara per problemi al motore mentre è nei 10 e il finale è da impazzire. Cedrati gestisce Mora mentre Bortolotti e Fabbri danno vita ad una cera e propria rissa da bar in pista. Pugni, sportelli, bottiglie di birra, tutto
che serve per eliminarsi facendo saltare sul divano la platea di CINNERS. Alla fine la rissa la vince Bortolotti perchè a Fabbri esplode il motore, forse troppo emozionato dopo una gara del genere. Vince Cedrati, secondo Mora e terzo Bortolotti. Ottimi Casiraghi, Lezzi, Acquaviva e Bacchi autori di una gara maiuscola. Ora tutti al pronto soccorso per recuperare mobilità agli arti con una nota per Fioravanti in P12 che, parole sue, per alcuni giri si è dimenticato di battere le sopracciglia. Questo è il CIN, onore ai piloti che sono riuscire a domare anche la Windy City.
Published in Ultime News
Monday, 17 January 2022 14:46

SRP Chicago St 125

IL CIN - Campionato Italiano Nascar sbarca nella Windy City per gara 11 Chicago Street Course 125 powered by Sim Racing - PRO - PRO --> dovremmo essere abituati ai muri ma...
I CINNERS non hanno soste. Dopo la gara di Dover Motor Speedway ricca di gialle e penalità nonché di colpi di scena con la vittoria di Iaffaldano si torna subito in pista per una delle serate che di certo sarà ricordata dai coraggiosi pionieri della NASCAR in formato Montecarlo (circuito non vettura).
Seguendo l’escalation di Iracing gli organizzatori in piena bagarre Playoff hanno deciso di aggiungere al calendario il primo percorso cittadino della storia ricavato in digitale sulle strade di Chicago. Tra Balbo Avenue e le bandiere di ristoranti italiani il “course” ricavato nel suggestivo centro della Windy City è in pratica un otto ottenuto tra isolati, fontane e tanti, forse troppi, muri in una realizzazione che ricorda le recenti gare di Formula E.
Le caratteristiche di percorso cittadino ci sono tutte: dossi, buche, mancata aderenza, curve a gomito e nessuna via di fuga, in più il tratto misto è davvero difficile da imboccare tra cartelli, sponsor, protezioni, ombre e qualsivoglia ostacolo tanto che in confronto Montecarlo sembra Sonoma Raceway, anzi sembra Talladega Superspeedway. Qui non c’è spazio per gite fuori porta, non c’è nessuna santa Devota ad attenderti, se sbagli sei a muro con un discreto rischio di bloccare il tuo semiasse anteriore e il treno di amici alle tue spalle che attenderà imprecando fino a che non ti scansi. Anche se intuitiva la guida sull’ampio percorso rende difficile trovare punti di riferimento specialmente nelle curve a gomito (tutte o quasi) dell’otto cittadino, come la temuta 6 e la 11 che sulla carta saranno gli spauracchi nei primi giri.
Sulla carta si perché nessuno ha mai provato questa pista, nessuno sa di cosa si tratta e soprattutto tutti dovranno prepararla in solo una settimana. Che colpo cari amici dell’organizzazione, certo si poteva forse aspettare qualche giorno in più ma siamo sicuri che lo spirito e l’adattabilità di un pilota NASCAR sia anche quello di memorizzare al volo un universo a lui sconosciuto e la sfida è lanciata non solo sugli ovali.
La gara di Dover ci ha lasciato un CIN arrabbiato dopo i tanti contatti, il nervosismo è normale quando si corre e le piste con le difficoltà nascoste, si susseguono in ordine quasi satanico. E qui da nonno CIN arriva il primo consiglio, come recita un antico detto di Chicago: “non serve essere arrabbiati tutta la settimana, serve essere arrabbiati solo per la durata della gara”.
Nei giorni di test il solito Miccolis reduce dalla penalità a Dover viaggia spedito sull’1.26 che pare inarrivabile ai più. Il gruppone si assesta su tempi sensibilmente più alti con Mora che sullo stradale vorrà rifarsi dell’erroraccio al Glen e pare subito una spanna più veloce degli altri insieme a Bortolotti e agli ABS che vorranno vendicare l’ecatombe della scorsa settimana. Poche notizie dagli Hot Pistons chiusi da giorni in sessioni private in cerca del dettaglio cambiattutto. Ed ecco il secondo consiglio di nonno CIN più si gira meglio è perché lavorare sui punti di frenata e sulle reazioni della Next Gen sarà importante per il passo gara e per non lasciare preziosi punti in Illinois.
Diretta su Simracingleague.it ore 21.20
Published in Ultime News
Tuesday, 11 January 2022 00:32

Iaffaldano conquista la IEDA Dover 200

Lo avevamo detto in sede di pronostico e finalmente i nodi vengono al pettine: Iaffaldano domina Dover e si rilancia dopo un periodo oscuro con una vittoria netta e meritata. Dover è pista di grande impegno e cemento, difficile stare in pista dopo 20 giri, impossibile superare senza rischiare qualcosa e infatti succede di tutto. Tantissime gialle, tanti colpi di scena e big abbattuti come birilli a cominciare da Fabbri e Miccolis che prima della metà di gara sono già out. Gli stint lunghi arrivano ma le gialle sono devastanti per la gestione. In gara Iaffaldano, Bortolotti e Cedrati cercano di fare il ritmo con Hunt e Fioravanti a tenere senza grossi patemi ma succede di tutto più o meno ogni 20 giri. La tempesta di gialle però non si placa mentre Fioravanti scompare dalla classifica per colpa di Eolo e Iaffaldano tiene duro con ben due Green White Checkered in cui succede davvero di tutto. Completano il podio gli Hot Pistons con Cedrati e Bortolotti davanti ad un ottima Hunt. Appuntamento a Chicago settimana prossima per il terzo stradale della stagione!

#CIN #campionatoitalianonascar #iracing #nascarracing #esports #simracingleague #dover #IEDA

Published in Ultime News