Amministratore

Amministratore

Fabbri inventa e vince un Cecconi dei record davanti a Miccolis e Bortolotti. Las Vegas gremito in ogni ordine di posto, 39 presenze, una sola gialla, tanti esordienti, pit (uno solo per molti) in green e quasi 50 giri di guerriglia. Ecco il nuovo Cecconi che come gara e come emozioni non ha nulla da invidiare al CIN. La gara è una lunga lotta di strategia, attesa di una gialla che non arriva e un finale indimenticabile con il dominio ABS dopo più di un colpo di scena dove a spuntarla è Fabbri forte di un gran ritmo nel finale di una gara pulita e senza errori.
Monday, 26 September 2022 12:38

Race Recap, Las Vegas 2002

Il prossimo 3 ottobre il CIN scende in pista a Las Vegas Motor Speedway . Riviviamo le gare del passato con i nostri #highlights , 2002!
Monday, 19 September 2022 22:35

Risultati SiWeGo Autoclub 240

Sono disponibili i risultati ufficiali post SiWeGo Autoclub 240

Risultati Post Gara - Classifica Regular Championship -  Team Rookie - Gentleman Driver 

Tuesday, 20 September 2022 22:09

Antonio Miccolis vince la SiWeGo Autoclub 240

Antonio Miccolis del team ABS Motorsports, vince la SiWeGO #autoclubspeedway 240!
Miccolis il campione è tornato e dopo il secondo posto a Daytona regola il gruppo in California e si aggiudica Autoclub dopo uno splendido duello con l’argentino Octavio Rondoletto.
il CIN torna in pista con il suo back to back settembrino e lo fa con una grande novità, in pista, stavolta regolarmente iscritto e convocato c’è anche un Argentino, Octavio Rondoletto, gran CV in Nascar e oltre 6k di irating, roba da da CIN. In prova Loi si dimostra imprendibile ancora e firma la sua ennesiam pole dopo una settimana dominata in qualifica. Dietro tutti gli altri big: Miccolis, Bortolotti, Fabbri e il citato argentino che appena partito dimostra subito il suo valore piazzandosi nelle prime posizioni. Le temute gialle non arrivano e la gestione gomme come preventivato sviluppa traiettorie e strategie che allungano il gruppo. Miccolis e Fabbri carichi a molla con il passare dei giri prendono distanza dagli altri con Rondoletto, Loi, Iaffa e gli altri a seguire. Arriva la prima caution con il primo cambio gomme di gruppo che ricompatta tutti ma scalda gli animi e penalizza chi si era fermato qualche secondo prima. Alla ripartenza Rondoletto fa il vuoto, Iaffaldano e Miccolis provano a tenere il ritmo ma il distacco è implacabile, i secondi arrivano ad essere addirittura 4 di stacco quando Iaffaldano esce di scena al giro 75. Nel caos delle soste ai box la spuntano sempre i soliti e mentre i giri si assottigliano Rondoletto prova l’attacco decisivo sperando nella tenuta dei suoi pneumatici, Fabbri sbaglia strategia mentre Miccolis, tra un gialla e l’altra capisce che le gomme del leader hanno dato troppo e prova ad attaccare quando mancano meno di venti giri alla bandiera a scacchi. Miccolis ha gestito meglio, ne ha di più e si conferma il campione CIN di sempre vincendo in scioltezza dopo una gara perfetta. Terzo un costante Bortolotti e quarto Fabbri autore nel finale di un grandissimo recupero. Ora Las Vegas con tappa di assestamento con il Cecconi il prossimo lunedi.
Monday, 19 September 2022 12:00

SiWeGo Autoclub 240

Smaltita per alcuni la sbornia di Daytona (tranquillo Daniele Fioravanti, per te ci vorrà ancora qualche giro) il CIN torna subito in pista con il più classico dei back to back. Cambio di costa e di pista con un ovale come Autoclub che con Daytona non ha nulla spartire e con meno di una settimana di tempo per imparare circuito e sets. Un pista che non piace a tutti ma che da sempre fa selezione sul lungo periodo manco fossimo alle audizioni di X factor. In NASCAR però non si canta ma, per una volta tanto si frena…e non solo: si curva su un banking diverso e soprattutto si consumano le gomme. Autoclub storicamente è gara complessa con durata media da gestire nei 120 giri in programma con la conferma dei due stage a 1/3 e 2/3 di gara che ricordano tanto i traguardi volanti al giro. Gara difficile? Sicuramente, con in più l’incognita bandiere gialle. Lo scorso anno fu uno scempio con tantissime caution, danni, nervoso e macchine fatte a pezzi. Le Next gen erano appena nate e i modelli di vettura erano embrioni rispetto a ciò che ammiriamo ora.
La gara di quest’anno potrebbe andare diversamente stando agli ultimi ovali lunghi percorsi praticamente in green e alla ottima preparazione in pista. Se tutto andrà per il meglio si vedranno interessantissime soste in verde con strategie da NASA sul numero di soste e su quando rientrare per sfruttare il vantaggio in pista della gomma nuova. Qui guidare puliti è l’unica possibilità di restare in loop con i migliori e risparmiare le suole per il rush finale magari sfruttando una sosta in più…o in meno. Occhio anche alla benzina che come a Daytona in caso di gara in green diventerà un fattore negli ultimi giri. I CIN e i CINNERS sono fiduciosi: i nuovi set e il livello top dei piloti CIN siamo sicuri permetteranno alle macchine di gestire al meglio la superficie californiana ricca di insidie e avvallamenti specialmente in T3 dove il manico fa la differenza sia in qualifica che in gara quando si scivola. ABS e BRAKELESS si stanno sfidando sui server con tempi in qualifica sotto il 40 e percorrenza in gara che con il passare dei giri degrada anche a due secondi sopra al tempo dei primi giri. David Beardsley e Loi, velocissimi outsiders in qualifica e in gara si giocheranno le chance di partire davanti assieme ai soliti Fabbri, Miccolis, Cedrati, Bortolotti e Ugolotti e Iaffaldano tutti usciti più o meno con le ossa rotte dalla prima di stagione e vogliosi di rimettersi in linea. Da osservare per bene il treno dei Geria per chi si vuole dedicare al risparmio dei copertoni senza compromettere la linea veloce. Occhio a Belloli e Mora pronti sfogare il nervoso di Daytona e a Fioravanti pronto di nuovo a sorprendere.
Page 1 of 50