Un super Curcio batte al fotofinish un grande Sileo

Non poteva avere esito migliore la classicissima sul superspeedway di Talladega!

94 giri resi entusiasmanti dai 20 piloti iscritti, divenuti poi sette al termine di una gara come sempre dura, sotto tutti i punti di vista. Alla fine ha potuto gioire Giuseppe Curcio, alla sua “prima” in carriera su questo tipo di tracciato, avendo la meglio (per soli 3 millesimi!) sul “povero” Sileo. Per il numero 10 non sarà stato facile digerire questo boccone decisamente amaro in quanto stava gestendo magnificamente un ultima parte di gara che lo ha visto salire al comando dal 79. giro, grazie ad una vincente strategia ai box! Fino a otto giri dal termine il duo Sileo-Fabbri, appaiati, sembravano gli unici piloti a potersi giocare la vittoria finale ma la bellezza di queste corse riportava alla luce il trenino serpeggiato da Dekker e Curcio, con l’aggiunta del doppiato Blesio a dar manforte. I due guadagnavano rapidamente il gap di svantaggio regalando ai tifosi degli ultimi giri decisamente al cardiopalma! Nel gioco delle scie l’uscita anticipata dalla traiettoria interna condannava Fabbri alla 5° posizione, riaccodandosi in scia degli altri. A due giri dalla bandiera a scacchi era però Curcio, 3°, a smuovere l’osmosi creata, con il toscano subito pronto a fargli da spalla. Sarà questa la mossa vincente.. Sileo, sospinto da Dekker, guadagnava metri importanti, ma proprio all’ultima curva, quando tutti pensavano ad un verdetto già scritto, un riavvicinamento di Alessio su Giuseppe permetteva a quest’ultimo di ottenere quel guizzo necessario a superare di pochissimi centimetri la Chevry del siciliano! Una grande vittoria per uno, una grande amarezza per l’altro, ma tanto, tanto, spettacolo per tutti!!! Questa è la nascar. Questo è l’I-CIN!!
LA GARA GIRO PER GIRO
Via: Zanetti, Acquaviva, Fabbri, Bartelloni comandano un gruppo unito, allineato su due file.
2° giro: Bartelloni, in traiettoria esterno, balza al comando grazie anche alla spinta di Sileo e Curcio alle sue spalle.
8° giro: Restart dopo la prima gialla. La top5: Bartelloni, Curcio, Gimmi, Rizzo, Sileo.
14° giro: Grandi movimenti con scie e traiettorie. Questa volta è Sileo ad attaccare deciso Bartelloni guidando side by side con lui per diverse curve! Uno spettacolo che vede il ritorno di Blesio, alle loro spalle!
22° giro: PRIMO COLPO DI SCENA! Acquaviva va in spin ritirandosi poco dopo.
28° giro: Al terzo posto provvisorio, dietro la coppia Bartelloni-Blesio, sale ora Zulian.
30° giro: Testacoda per Hoogendyk che però prosegue la corsa. Fabbri, nel frattempo, è 12°.
38° giro: SECONDO COLPO DI SCENA! Bartelloni, Blesio e Zulian entrano ai box. Nella concitazione i due davanti si urtano risultando anche eccessivamente veloci all’ingresso dei pit. Morale: penalità per entrambi che equivale ad una condanna per una gara che poteva tranquillamente inserirli tra i maggiori candidati alla vittoria finale!
39° giro: Anche gli altri ai box, tranne Dekker che sale ovviamente al comando, con Rizzo 2°.
40° Dekker ai box.
41° giro: La classifica vede comandare Belloli, seguito da Sileo e Fabbri a lui vicinissimi. Dekker, 4°, a 3”. Per vedere Bartelloni e Sileo bisogna scendere alla 15° e 17° posizione..
53° giro: Problemi per Steffan che, 5°, rallenta facendosi superare dagli altri.
71° giro: Ivaldi da il via alla seconda sosta ai box!
76° giro: Belloli, Sileo e Curcio al pit. Grande strategia del nr. 10 che esce davanti a tutti, al contrario di un Belloli molto lento.
77° giro: Fabbri, Diemidio e Bonati entrano insieme. Anche per il toscano si tratta di una sosta molto veloce!
78° giro: Al cambio gomme anche il leader provvisorio Dekker! La classifica vede così Sileo e Fabbri al comando, vicinissimi, con lo stesso Dekker in 3° posizione a 5” da loro.
88° giro: Quando tutti si apprestano a gustarsi il duello finale tra Sileo e Fabbri appare come per magia, invece, un grande ritorno su loro di Dekker e Curcio, grazie anche al gioco di scie creato con il doppiato Sergio Blesio! La gara si apre a più epiloghi.
89° giro: Fabbri tenta il soprasso vincente andando all’esterno. Una scelta azzardata, che gli costerà il soprasso di tutti gli altri andando così 5°.
90° giro: TERZO COLPO DI SCENA! Curcio si butta esterno, con lo stesso Fabbri che lo segue a ruota. Il gioco tra di loro permette a Giuseppe di appaiarsi al leader Sileo in quello che sarà poi il duello decisivo.
94° giro: Nell’ultima curva Curcio esce molto più veloce di Sileo azzerando i pochi metri di svantaggio. Al fotofinish sarà lo stesso Curcio ad alzare le braccia al cielo in segno di trionfo… Talladega è sua per 3millesimi di vantaggio!!! Alle loro spalle Dekker, Fabbri e Belloli chiuderanno la top5.